Corretto utilizzo delle potenzialità del Cup di Bologna

Ho ritenuto utile pubblicare sul Blog questa corrispondenza che ho avuto in questi giorni con una Signora utente del servizio Cup Metropolitano di Bologna. L’argomento è interessante e pone, tra l’altro, un problema di appropriato utilizzo del potenziale del servizio. Ad esempio, restringendo drasticamente il campo di preferenza (sono disponibile da andare solo in quell’ambulatorio o in quell’ospedale), la risposta del sistema non potrà che essere limitata con il conseguente allungamento dei tempi di di attesa.

Preg.mo Dott. Moruzzi, desidererei cortesemente che mi venissero fornite spiegazioni in merito alle cause generanti l’attesa di mesi, per una prestazione CUP, rispetto la data di richiesta. Le cito alcuni esempi (a titolo esemplificativo e non esaustivo). Preciso che le prestazioni sotto indicate si riferiscono a due anziani, marito di anni 80 (invalido su sedia a rotelle) e moglie di anni 72. 1) ECO ADDOME SUPERIORE – data richiesta al CUP: 1/10/2008, con richiesta di erogazione presso l’Ospedale di San Giovanni in Persiceto risposta: consegna di documento “Prestazione in lista d’attesa informatizzata”. Sarà contattato successivamente e le sarà proposta la prima disponibilità. A tutt’oggi nessun contatto – Ho verificato direttamente telefonando al numero 848884888, non c’è ancora disponibilità La visita è stata pertanto prenotata a pagamento in struttura vicina 2) VISITA FISIATRICA (richiesta a seguito di RX denotanti carenza di calcio etc) data richiesta al CUP: 10/11/2008 – prima disponibilità: 12/11 a Casalecchio: l’abbiamo rifiutata – prenotazione ottenuta c/o Ospedale Persiceto per il 23/03/2009 3) DENSITOMETRIA OSSEA (richiesta per lo stesso motivo di cui sopra, e da effettuare prima della visita fisiatrica, al fine di consegnare il relativo esito per la valutazione) data richiesta al CUP: 10/11/2008 risposta: agenda chiusa – eventualmente si è liberato un buco (causa disdetta altrui) per il mese di maggio c/o Rizzoli – l’abbiamo rifiutato risposta: tornare il 28 mattina presto e fare la fila perchè i posti andranno subito esauriti 28 mattina (oggi) – esame prenotato presso San Pietro in Casale per il 9 giugno (ovvero fra 6 mesi ed in data successiva a quella della visita fisiatrica) La ringrazio anticipatamente della Sua cortese risposta. O. F. (lettera firmata)

Gentile Signora, ecco la risposta che le ho promesso : 1) ECO ADDOME SUPERIORE il signore è in lista dal 1 ottobre 2008. E’ ancora in stato di attesa perché ha specificato una preferenza ristretta al solo Ospedale di S.Giovanni in Persiceto dove hanno un’offerta molto limitata (solo 2 prestazioni a settimana di radiologia). E’ il secondo in lista d’attesa quindi il 28 dicembre riceverà l’assegnazione dei primi posti disponibili per Luglio. Comunque se decidesse di aprire le sue preferenze ci sarebbe disponibilità a: • CREVALCORE il 03/04/2009 • S.ORSOLA il 04/02/2009 2) VISITA FISIATRICA Anche per questa prestazione il problema è la preferenza ristretta al solo Ospedale di S.Giovanni (anche qui l’offerta è di soli 8 posti a settimana). In città ci sarebbe posto anche da domani (al CORCOVADO o alla CHIROPRATIC). 3) DENSITOMETRIA OSSEA Supponiamo che il problema sia come il medico ha specificato il quesito diagnostico: la signora è stata prescritta con il quesito D – Controllo successivo ai 18 mesi. Se il medico avesse specificato il quesito A (ad esempio soggetti con evidenza di sospetta osteoporosi) il posto sarebbe assicurato entro 60 giorni. Tutto ciò è definito dalle linee guida della Regione Emilia-Romagna per la corretta prescrizione dell’esame “densitometria ossea” applicate nell’ambito dell’area metropolitana dal 22/4/2002. Il prescrittore deve compilare il ricettario regionale indicando l’esame da effettuare e la diagnosi tramite un codice alfanumerico: • se il codice è compreso fra A1 e A21, l’operatore dovrà assegnare l’appuntamento all’utente entro 60 gg. dal giorno successivo a quello di presentazione allo sportello (es. presentazione 21/5, appuntamento entro il 22/7); se il giorno dell’appuntamento cade di sabato/domenica/festivo, si passerà al primo giorno lavorativo seguente. • se il codice è compreso fra B1 e D2, l’operatore dovrà assegnare l’appuntamento secondo le disponibilità offerte dal sistema. Le impegnative con QD D1 (controlli da eseguirsi non prima di 18-24 mesi) dovranno già riportare la firma dell’utente attestante il fatto che la prestazione è stata eseguita almeno 18 mesi prima. In mancanza di tale firma l’operatore può procedere ugualmente alla prenotazione.

Condividi questo intervento:
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email
Print this page
Print

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *