In Puglia, il Fascicolo Sanitario e Cup2000: un modello per creare imprese per giovani

Sono stato invitato dal Distretto Tecnologico di Lecce (progetto Puglia@Service) per una lezione sulle prospettive dell’e-Heath e del Fascicolo Sanitario Elettronico come fonte di lavoro e di possibili Start Up per i giovani neo-laureati.
Il consorzio ha lanciato un progetto di formazione di venti giovani neolaureati della durata di un anno e che ha come obiettivo finale non un generico inserimento nel mondo del lavoro (tanto meno nella PA), ma la costituzione di micro-imprese ( start up) nei settori tecnologici più innovativi e, tra questi, l’FSE, l’e-Health. Sotto questo aspetto, di grande interesse è valutata l’esperienza di Cup2000 SPA come antesignana delle moderne start up.
Ho trovato un ambiente progettuale straordinariamente vivo, serio, dinamico, culturalmente e tecnicamente proiettato al futuro. Ho avuto – nelle otto ore di intenso confronto con i ragazzi e i loro tutor – la netta sensazione che in certi campi, come quello della promozione dell’innovazione rivolta ai giovani, queste realtà territoriali pugliesi sono molto più dinamiche e aperte alla nuova cultura hi tech rispetto alla regioni del nord. Le innovazioni realizzate da Cup2000, come l’FSE e l’e-Care, sono osservate con grande interesse come fonte di nuove imprese giovanili proiettate sul terreno dell’innovazione per i servizi e il territorio.
Quando a Bologna sento parlare di poli tecnologici che partono con investimenti nel mattone per centinaia di milioni di euro, penso alla canonica della chiesa barocca leccese dove questi ragazzi, dotati soltanto di PC e di amore per la loro terra, costruiscono idee per un futuro diverso.

20140121-173149.jpg

Condividi questo intervento:
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email
Print this page
Print

One Reply to “In Puglia, il Fascicolo Sanitario e Cup2000: un modello per creare imprese per giovani”

  1. Partecipiamo alla costruzione del futuro del territorio facendo tesoro del suo prezioso contributo e della sua generosa esperienza…il futuro è l’unico posto in cui possiamo andare.

    Grazie
    Puglia Smart Lab

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *