Giornata di studi al Mios-Università di Urbino

VENERDÌ GIORNATA DI STUDIO AL MASTER – MIOS DELL”UNIVERSITÀ DI URBINO, FACOLTÀ DI SOCIOLOGIA. LEZIONI DI ANTONIO PEDICINI, DIRETTORE GENERALE DELL’ISTITUTO ONCOLOGICO PASCALE DI NAPOLI, DI PIERO DE MICHELI (ENGIGNEERING) E DI ALTRI BRAVI RELATORI. PEDICINI HA RICORDATO UN PARADIGMA FONDAMENTALE DELLA COMUNICAZIONE UMANA, GIÀ ESPOSTO DALLA SCUOLA DI TORONTO: I CAMBI DI EPISTEMA, LE RIVOLUZIONI CULTURALI, DA GALILEO A COPERNICO, NON ERANO PASSAGGI INDOLORI. SI BRUCIAVANO LIBRI E PERSONE , IL VECCHIO SISTEMA REAGIVA VIOLENTEMENTE. INNIS, FONDATORE CON MCLUHAN DELLA SCUOLA DI TORONTO, IN ‘IMPERO E COMUNICAZIONE’ RICORDA CHE ANCHE IL CAMBIO DEL ‘MEDIUM’ È UN PASSAGGIO INCRUENTE, RIVOLUZIONARIO. IL CAMBIO DEI SISTEMI ECONOMICI E POLITICI HA SPESSO COINCISO CON IL CAMBIO DEL MEDIUM:LA CARTA STAMPATA, I GIORNALI, LA RADIO, LA TELEVISIONE, INTERNET SANCISCONO ALTRETTANTI PASSAGGI A ERE ECONOMICHE, POLITICHE E CULTURALI DIVERSE. LA STESSA SITUAZIONE SI STA CREANDO IN SANITÀ CON L’ARRIVO DELL’E-HEALTH E DEL FASCICOLO SANITARIO ELETTRONICO, CIOÈ DELL’ALTA COMUNICAZIONE: UN CAMBIO EPOCALE DI SISTEMA, CERTAMENTE NON INDOLORE. A DIFFERENZA DEI LIBRI IL FSE NON È COMBUSTIBILE, MA CERTAMENTE NON MANCHERANNO REAZIONI, ANCHE DURE, DELLA VECCHIA SANITÀ ABITUATA A COMUNICARE IN MANIERA TOP DOWN CON I DOCUMENTI CARTACEI E BUROCRATICI. IL PROBLEMA, OVVIAMENTE, NON È TANTO LA MODALITÀ TECNOLOGICA, MA L’APERTURA AL CITTADINO, I DATI E LE INFORMAZIONI PERSONALI DI SALUTE CHE ‘RITORNANO’ IN POSSESSO DELLA PERSONA E NON SONO PIÙ SOLO CUSTODITE, TRATTENUTE GELOSAMENTE DAL SISTEMA. CAMBIA TUTTO. L’EMPOWRMENT DEL CITTADINO SI AFFERMA ATTRAVERSO LA RIAPPROPRIAZIONE DEI DATI E DELLEE INFORMAZIONI PERSONALI DI SALUTE- MALATTIA. COSÌ NASCE LA SANITÀ DEL TERZO MILLENNIO. UN PASSAGGIO SCONVOLGENTE, SOPRATTUTTO PER LE STRUTTURE BUROCRATICHE NOVECENTESCHE CHE REGGONO IL SISTEMA, ANCHE NELLE MIGLIORI SITUAZIONI.

Condividi questo intervento:
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email
Print this page
Print

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *