Imprese start up di giovani ingegneri per comunità intelligenti: oggi a Lecce ho visto che si possono fare ( con azioni intelligenti). Sono specializzate in tecnologia sociale

il distretto tecnologico di Lecce DhiItech e l’Universita del Salento, in buona sinergia con il Comune e la Regioni e alcune grandi imprese hi tech, hanno fatto qualcosa di veramente intelligente. Anziché ‘competere’ tra loro , come spesso accade, si sono accordati promuovendo un percorso ‘imprenditoriale’ per 15 giovani laureati ad alta specializzazioni, in diversi campi, tra cui la sanità e le Smart  City. È nato così un Living Lab, Puglia Smart Lab, che oggi è diventata una next company, una start up proiettata al futuro. Si chiama benMint e opererà ( ha già iniziato) nel campo delle tecnologie sociali. Anche il CEO di Gartner, presente al convegno di oggi, si è complimentato. Il Facicolo sanitario elettronico e la dematerializzazione del welfare, di cui abbiamo parlato, è un settore di grande interesse per questi giovani imprenditori delle tecnologie sociali.

La Puglia è una regione viva, che ci regala continue e piacevoli sorprese. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *