Fascicolo Sanitario Elettronico: stato dell’arte

Va avanti in Italia il progetto del FSE del cittadino? Paolo Colli Franzone, uno dei più attenti studiosi della materia fa il punto. Leggetelo, è interessante.Fascicolo Sanitario Elettronico, 10 milioni di utenti: lo stato nelle Regioni di Paolo Colli Franzone

Condividi questo intervento:
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email
Print this page
Print

One Reply to “Fascicolo Sanitario Elettronico: stato dell’arte”

  1. ho aderito con entusiasmo al fascicolo elettronico per me e soprattutto per mia madre, invalida ultra ottantenne. Grande delusione. Ieri mi é arrivato un bollettino da pagare di 27 euro per non aver ritirato l’esito cartaceo degli esami di laboratorio di mia madre, esente per reddito e anzianità, esito che avevo già visionato nel fascicolo. Se devo comunque chiedere un permesso o incaricare qualcuno al ritiro, a cosa serve il fascicolo? Per il medico che vede tutto all’istante? A parte che per molte prestazioni a domicilio ( vedi visita cardiologica) occorre recarsi al poliambulatorio e attendere da uno a due mesi. Molta tecnologia, pochi servizi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *