Napoli sulla Sanità reale e digitale. Intervento dell’on. Federico Gelli. C’è aria nuova.

Importante confronto sulla sanità reale e digitale oggi all’Associazione Industriali di Napoli, promosso da Massimo Caruso di e-Sanità, con il mondo imprenditoriale e istituzionale. Nella mia relazione di apertura ho posto il tema di una condivisione culturale e indistriale della nuova architettura e-Health che ha i suoi aggregati intelligenti nel FSE, nel Dossier Sanitario, nella Cartella Clinica Elettronica e nei Big Data. Cittadino e medico al centro. Interfaccia Frendly, servizi on line con App per l’utente ma anche nella Cartella Clinica del medico. La dematerializzazione della sanità diventa la grande occasione per l’industrializzazione del welfare digitale.

L’on. Federico Gelli, autorevole esponente della Commissione Affari Sociali della Camera, ha detto in sintesi tre cose sulla sanità:

  1. il Governo Renzi ha intenzione di mettere mano ad una riforma complessiva del SSN come non è stato fatto da molti anni;
  2. non è vero che si spende poco per la sanità (la Sicilia spende 9 miliardi, più della Finlandia!);
  3. si spende poco per la sanità digitale, ma qui bisogna pensare ad un nuovo rapporto pubblico-privato (ad esempio Google è privato ma rende un bel servizio pubblico).

Beh non mi sembrano cose da non condividere. C’è aria nuova.

Condividi questo intervento:
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email
Print this page
Print

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *