Appuntamenti per la sanità di Internet

Per la l’e-sanità sono in vista diversi appuntamenti nei prossimi giorni. Come abbiamo già scritto il Ministro Nicolais sarà a CUP 2000 martedì pomeriggio al “cantiere delle reti di sanità”. Effettivamente l’azienda assomiglia ad un cantiere con quasi cinquanta progetti di reti e sottoreti Internet per la sanità e i servizi sociali e alla persona. Poi il 25 e 26 febbraio, a Bologna (Palazzo dei Congressi, Piazza della Costituzione) si terrà la Prima Conferenza Nazionale sulle Cure Primarie promossa dal Ministero della Salute. Lo sviluppo delle cure primarie (“la casa della salute”, voluta dal Ministro Livia Turco) passa attraverso l’affermazione della medicina in rete e in particolare della rete dei medici di famiglia. Il 17, 18 e 19 marzo, a Cernobbio, si terrà l’annuale appuntamento dedicato allo sviluppo dell’ICT in sanità. Nella rassegna verranno presentati un po’ tutti i progetti in corso nelle regioni italiane (“esperienze regionali a confronto”) e le politiche di sviluppo dell’e-Health. Forse il periodo pre-elettorale potrebbe distogliere l’attenzione da questi incontri, ma il tema del passaggio dalla sanità tradizionale a quella di Internet dovrebbe essere invece materia di riflessione per la classe politica. In questi giorni è stato raggiunto l’accordo tra Governo e Regioni per l’ammontare e la ripartizione dei fondi destinati al Servizio Sanitario Nazionale: la cifra ha superato per la prima volta i 100 miliardi di Euro (101,4 per l’anno 2008). Dieci anni fa era la metà (55 miliardi). Raddoppiando le risorse la sanità italiana si è mantenuta a livelli accettabili (buoni in alcune regioni); ma sarà possibile continuare su questa strada? Finanziare o ammodernare la vecchia struttura costa sempre più. In questi 10 anni il mondo è cambiato e, tra l’altro, siamo entrati nell’era di Internet, della società informazionale che ha stravolto il modo di comunicare, produrre, distribuire, cooperare in tutti i campi della vita economica e sociale. La sanità in Italia, con questo ammontare di risorse, potrebbe dare un insieme di servizi alla gente incredibilmente e qualitativamente superiore se utilizzasse le potenzialità della Rete.

Condividi questo intervento:
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email
Print this page
Print

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *